Frattura del Piatto Tibiale: guida completa

frattura-piatto-tibiale
Condividi quest'articolo

Sommario articolo

Una frattura prossimale della tibia, nota anche come frattura del piatto tibiale, è una lesione ossea che si verifica nella parte superiore della gamba, proprio sotto il ginocchio. Questa zona è cruciale poiché è direttamente coinvolta nell’articolazione del ginocchio e può influenzare significativamente la funzionalità dell’arto inferiore.

L’articolazione del ginocchio è un’importante giuntura portante del corpo umano, in cui si incontrano tre ossa: il femore (l’osso della coscia), la tibia (l’osso della gamba) e la rotula (o patella). Queste ossa sono stabilizzate da legamenti e tendini che agiscono come corde robuste, mantenendo la struttura dell’articolazione e consentendo una serie di movimenti specifici.

Tuttavia, quando una persona subisce una frattura prossimale della tibia, questa complessa struttura può essere compromessa. Le fratture possono variare da lineari a multiple e talvolta possono coinvolgere direttamente la superficie articolare del piatto tibiale, il che è particolarmente grave poiché può portare a problemi di stabilità e artrosi in futuro.

Le Cause della frattura del Piatto Tibiale

Le cause di questa frattura possono essere variabili. Le persone più giovani tendono a sperimentare questo tipo di frattura a seguito di traumi ad alta energia, come cadute da altezze considerevoli, incidenti automobilistici o traumi sportivi. D’altra parte, gli anziani, che spesso hanno ossa più fragili, possono subire questa frattura anche in seguito a piccoli incidenti, come una semplice caduta.

I sintomi di una frattura prossimale della tibia di solito includono un forte dolore, gonfiore significativo intorno al ginocchio e una possibile deformità visibile, in cui il ginocchio sembra essere “fuori posto”. Altri segnali di avvertimento possono includere un aspetto pallido o freddo del piede, indicando un potenziale compromesso del flusso sanguigno, e intorpidimento o formicolio nell’area circostante, suggerendo lesioni nervose o gonfiore eccessivo nella gamba.

Diagnosi e trattamento della frattura del Piatto Tibiale

Per diagnosticare questa frattura, i medici utilizzano una serie di test, tra cui radiografie, tomografia computerizzata (TAC) e risonanza magnetica (RM) per valutare la gravità e la posizione esatta della frattura. A volte, è necessario eseguire ulteriori test per verificare l’integrità di altre parti del corpo, come testa, petto, addome, bacino, colonna vertebrale, braccia e l’altra gamba, oltre a verificare l’afflusso di sangue alla gamba traumatizzata.

Il trattamento per una frattura prossimale della tibia può essere chirurgico o non chirurgico, e la decisione dipende da vari fattori, tra cui la gravità della frattura, lo stato generale del paziente e le aspettative del paziente stesso. In molti casi, l’intervento chirurgico è necessario per ripristinare la stabilità dell’arto e ridurre il rischio di futura artrosi del ginocchio. Esistono diversi approcci chirurgici, tra cui la fissazione interna con l’uso di chiodi, viti o placche, o in casi gravi, l’applicazione di un fissatore esterno temporaneo.

Dopo l’intervento chirurgico, il recupero richiede una serie di fasi, compreso il movimento precoce per prevenire la rigidità articolare, il controllo del carico sull’arto traumatizzato e la riabilitazione guidata da un fisioterapista. È importante avere aspettative realistiche durante il processo di recupero, poiché le fratture del piatto tibiale possono comportare complicanze come infezioni, pseudartrosi, consolidazioni viziose, trombi, sindrome compartimentale, artrosi precoce, rigidità e altri problemi.

In sintesi, una frattura prossimale della tibia è una lesione ossea complessa che richiede una gestione attenta e specializzata. Il trattamento chirurgico è spesso necessario per ripristinare la funzionalità dell’arto, e il successo del recupero dipende da vari fattori, compresi i metodi di trattamento utilizzati e la collaborazione del paziente nel seguire le indicazioni mediche e nella riabilitazione.

Articoli che potrebbero interessarti
apparecchi per magnetoterapia
Apparecchi per magnetoterapia

È importante saper distinguere tra le diverse tipologie di apparecchi per magnetoterapia e, soprattutto, è consigliato rivolgervi al vostro medico, prima di procedere all’acquisto o al noleggio di qualunque apparecchiatura.

Leggi di più »
Testimonianze

Offerta Riservata

1 mese di noleggio a soli 97 Euro

Affrettati questo mese abbiamo una disponibilità limitata

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Richiedi maggiori informazioni