Magnetoterapia per artrosi alle mani

magnetoterapia per artrosi alle mani
Condividi quest'articolo

Sommario articolo

Il ricorso alla magnetoterapia per artrosi alle mani o rizoartrosi è un’applicazione molto diffusa di tale trattamento.

La magnetoterapia, infatti, è la terapia naturalmente adottata per i dolori articolari della mano dovuti ad artrosi e, più in generale, per tutte quelle forme di artrosi che comportano un’usura della cartilagine.

Cominciamo, però, col dire cos’è l’artrosi.

L’artrosi è una patologia infiammatoria e degenerativa a carico di articolazioni, quali ginocchia, anca, colonna lombare, colonna cervicale e mani.

L’artrosi lede le cartilagini, che ricoprono le epifisi ossee e che vengono colpite fino a causarne una totale degenerazione.

È un processo degenerativo lungo, che comincia con l’infiammazione e che, se non curata in modo adeguato, degenera in assottigliamento e in fissurazione e poi in lacerazione e in una totale erosione della cartilagine.

Proprio per questa sua caratteristica, l’artrosi è la causa principale di ricorso alle protesi per anca e ginocchia.

Inoltre, l’artrosi può comportare anche la presenza di osteofiti, ossia piccole formazioni ossee che sostituiscono il tessuto cartilagineo periferico lacerato.

Tale patologia ha come sintomi principali il dolore, la rigidità articolare e le deformità dei capi ossei. Inoltre, possono presentarsi anche gonfiore e tumefazione.

Cura: magnetoterapia per artrosi alle mani

La magnetoterapia permette di evitare eventuali effetti collaterali e indesiderati, che spesso si accompagnano alla terapia farmacologica.

La magnetoterapia per artrosi alle mani viene eseguita ad alta frequenza, così da svolgere un effetto ionizzante e antinfiammatorio locale e generale sulla cartilagine articolare e da ridurre l’acidità tissutale.

Grazie al processo antinfiammatorio derivante da tale terapia, si agisce sia sui condrociti della cartilagine ialina, stimolando il processo cellulare, che sulla membrana sinoviale dell’articolazione, andando a riequilibrarla.

La cartilagine ha una ridotta capacità rigenerativa, dovuta al fatto di non essere irrorata dal flusso ematico: per questo motivo, altre terapie tendenzialmente non portano risultati altrettanto positivi, in quanto agiscono solo sullo stimolo ematico.

L’uso combinato di alte e basse frequenze comporta una riduzione consistente del dolore e dell’infiammazione, riuscendo ad evitare il ricorso ad interventi per protesi.

Puoi leggere qui uno studio su Pubmed che dimostra l’efficacia della Magnetoterapia per l’artrosi alle mani.

Articoli che potrebbero interessarti
apparecchi per magnetoterapia
Apparecchi per magnetoterapia

È importante saper distinguere tra le diverse tipologie di apparecchi per magnetoterapia e, soprattutto, è consigliato rivolgervi al vostro medico, prima di procedere all’acquisto o al noleggio di qualunque apparecchiatura.

Leggi di più »
Testimonianze

Offerta Riservata

1 mese di noleggio a soli 119 Euro

Affrettati questo mese abbiamo una disponibilità limitata

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Richiedi maggiori informazioni

Call Now Button